Ciao ragazzi!

Eccoci ad un nuovo episodio sul blog!! Oggi vi descrivo la realizzazione di una foto in cui si era partiti con una idea e si è finito con un’altra!! Spesso in fotografia il caso vuole che al misfire di un flash (ovvero quando un flash non scatta perchè o le batterie non ce l’hanno fatta a ricaricare in maniera sufficientemente veloce, o perchè il trigger radio non ha trasmesso il segnale) si realizzi una foto più interessante di quella in cui il flash ha scattato.

Ma andiamo per gradi..Innanzitutto questa foto riguarda una ragazza di nome Elena, che ha una voce divina. Elena sta realizzando un progetto musicale insieme al mio maestro di pianoforte, Leo (che vedrete in alcuni scatti di backstage), e tale progetto prevede di realizzare anche alcuni scatti legati ad alcuni dei brani che interpreta. Uno di tali brani, dal titolo Amo (mi spiace non potete ancora ascoltarlo, ma appena il sito con le canzoni sarà online state tranquilli lo pubblicizzerò!!), prevedeva come immagine una foto in cui ci fossero tanti libri. Da lì l’idea di fare una foto con lei in una libreria, libri a terra e fogli volanti.. E su uno dei fogli volanti la scritta Gallennico (conoscendo il testo della canzone ciò ha un senso hehe).

Decido quindi dei parametri sul corpo macchina tali da escludere completamente la luce naturale filtrante dalle finestre, ISO 200, F5.6, 1/160 (con questi parametri senza flash la foto risulta completamente nera). Fatto ciò, posiziono i flash e decido per il classico schema di luci: a sinistra la main light in un ombrellino riflettente, a destra la fill light in ombrellino shot thru, e una separation light con un flash dietro Elena. Sui flash a destra e sinistra inoltre aggiungo anche un gel 1/2 CTO (color to orange) per dare toni caldi alla foto.

Eseguo qualche scatto di prova e la luce effettivamente risulta buona, come dimostra lo scatto qui sotto

La luce è ok, molto piacevole e tutto si vede perfettamente. Il caso vuole che durante gli scatti ci sia un misfire del flash principale (dovuto alle batterie non perfettamente cariche che non hanno retto una sequenza di scatti consecutivi). L’effetto ottenuto con solo la separation light e la fill light è interessantissimo!! La fill dà quel po’ di luce che serve per illuminare il viso e la separation light rimbalzando sul vestito arancio di Elena assume una tonalità arancio/rossa meravigliosa!

A questo punto arriva la parte bella della sessione fotografica!! Ovvero far buttare in aria dei fogli da Leo!!

Realizziamo un sacco di scatti con fogli volanti in maniera tale da avere una vasta scelta quando poi si tratterà di sceglierli in postproduzione.

Fatto ciò prendo la foto principale e in postproduzione ci monto sopra i fogli migliori dei vari scatti. Si tratta di un semplice ritaglia e posiziona sulla foto principale, niente di complicato (se ci sono riuscito io che non sono bravo in postproduzione ce la può fare chiunque!). Ed infine metto la scritta Gallennico sul foglio in primo piano.. e il gioco è fatto:

Che ne dite ragazzi? 🙂

Alla prossima!!

Stefano

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Iscriviti alla miaNewsletter!

Tranquillo, non è invadente, manderò solo 3 o 4 mail in un anno con aggiornamenti sui workshop e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!