Ciao ragazzi!

Domenica 9 Settembre a Torino c’è stato il Picta Fest, ovvero una manifestazione dedicata alla cultura giapponese del fumetto e di tutto il mondo ad esso legato. Come sempre a queste manifestazioni si presentano alcune persone che interpretano il ruolo di cosplayer, ovvero si vestono come gli eroi dei loro fumetti e film preferiti! Dietro suggerimento di una mia amica (grazie Annalisa!), ho deciso di partecipare a questo evento e ovviamente mi sono portato dietro la reflex! Ma dato che se facciamo le cose le facciamo bene, ho portato anche un flash (il canon 580EXII), un softbox 60×60, e un reggisoftbox che si chiama Stefania (ovvero la mia dolce metà, che si è gentilmente prestata a tenere il softbox mentre io facevo foto ai cosplayers).

Ho deciso di usare il 135mm f\2, perchè come sempre regala quell’alone di magia a tutte le foto che fa. Il problema di avere un obiettivo f\2 è che lascia entrare fin troppa luce! E questo come sapete comporta tempi di scatto molto rapidi, che vanno un po’ in contrasto con l’uso del flash. Infatti, per chi ancora non lo sapesse, quando si utilizza un flash (a meno di usare trucchi particolari come l’high sync) si è costretti ad avere sempre tempi più lenti del cosidetto tempo di sync, che per la mia reflex è pari a 1/200. Per superare questo ostacolo, in questa occasione ho deciso di sfruttare un filtro ND (neutral density) che mi è stato regalato (grazie Mattia e Luisa!). In particolare il filtro è un ND8, ovvero capace di togliere 3 stop di luminosità. Se non avete mai visto un filtro ND, immaginatevi di mettere gli occhiali da sole all’obiettivo che sta sulla vostra reflex 😀 I filtri ND sono di vari tipi e si può capire quanti stop tolgono in base al numero riportato dopo la dicitura ND. In particolare, un ND2 lascia passare metà della luce, quindi toglie uno stop; un filtro ND4 lascia passare un quarto della luce, quindi toglie 2 stop; un ND8 3 stop, un ND16 4 stop e così via. Pertanto montando un ND8 riuscite a rimanere nel tempo di 1/200 anche se in realtà la reflex proporrebbe un tempo di 1/1600.

Le foto sono state realizzate quasi tutte nella stessa maniera, ovvero con la reflex a ISO100, f\2-f\2.8, 1/200 (in alcuni scatti per compensare la diminuzione di luminosità ho dovuto alzare un po’ gli ISO). Per quanto concerne il flash, ho impostato parabola a 24mm in maniera tale che coprisse tutto il softbox e potenza variabile a seconda delle situazioni (in genere compresa tra 1/16 e 1/4).

Vi lascio agli scatti, che spero apprezziate!

A presto!

Stefano

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This