Ciao ragazzi!!

Eccoci all’ultimo episodio delle foto con Jessica. Le due foto precedenti hanno riscosso molto successo quindi spero lo faccia anche questa!

Questa terza ed ultima foto vuole simulare un tramonto dalla finestra, ma per attuarla non ho usato i soliti trigger radio, bensì il sistema ad infrarossi proprietario, e per questa ragione sono molto affezionato a questa foto, perchè dal punto di vista tecnico è interessante (beh è anche venuta bene come foto hihi). Perchè ho usato il sistema ad infrarossi proprietario Canon e non i trigger radio? Perchè avendo il flash principale fuori dallo studio ogni aggiustamento di potenza avrebbe significato andare fuori, cambiare la potenza, tornare dentro, fare un altro tentativo, poi ritornare fuori etc.. Se a questo ci aggiungiamo il fatto che magari avrei voluto cambiare diaframma, avrei dovuto uscire altre volte.. E ciò non è il massimo della comodità.. Mentre invece con il sistema proprietario l’aggiustamento di potenza si fa direttamente on camera, e quindi rimanendo nello studio!

Il setup consiste in due flash, uno master (Canon 580EXII) che ha l’unica funzione di far partire il flash esterno (Canon 430EXII). Quindi in realtà questa foto nonostante usi due flash è una foto con un solo punto luce. Ma vediamo lo schema di illuminazione!

Per prima cosa scusate la qualità pessima del disegno, ma non sono molto bravo a mano libera 😀 Il 580EXII è collegato alla macchina fotografica con un cavo E-TTL a spirale ed è ancorato su un treppiedino e punta all’esterno verso il 430EXII, che è invece in esterno. Il 580EXII è master e il 430EXII slave. Il 580EXII è settato in maniera tale da non dare contributo alla foto, ma fare unicamente da master, il tutto peraltro in E-TTL (cioè la potenza del flash esterno la decide la macchina fotografica!). Sul flash fuori ho posizionato un gel CTO per dare calore alla luce, come se fosse quella del tramonto. A questo punto sulla macchina fotografica ho montato il 50mm f\1.8 e settato i seguenti valori: Modalità Av (ebbene sì non in M!! Ogni tanto bisogna anche divertirsi un po’ con le modalità automatiche!), ISO 200, F2.8. Faccio una foto di prova, un po’ titubante di cosa possa uscire con l’E-TTL.. e invece spettacolo, la luce è praticamente perfetta, manca giusto un po’ di potenza per i miei gusti, pertanto imposto la FEC (Flash Exposure Compensation) a +2/3, e il gioco è fatto! Luce perfetta.. Si fanno un po’ di scatti per trovare la posa giusta e il gioco è fatto!

Prima foto ore 11:39, ultima foto ore 11:47. Scatto perfetto ottenuto, senza mai uscire fuori, ma comandando tutto tramite corpo macchina. Magie dell’E-TTL.

Vorrei ancora ringraziare Jessica per essersi prestata per queste tre foto! Grazie mille Je!

Alla prossima!

Stefano

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This