Ciao ragazzi!

Oggi cerco di affrontare in maniera leggera un problema che spesso affligge i fotografi, ovvero la ricerca dell’ispirazione.

Spesso infatti ci troviamo nella situazione in cui non sappiamo bene cosa fotografare, non abbiamo idee, insomma siamo in quella zona grigia in cui ci sentiamo privi di alcuna voglia di scattare foto. Oppure abbiamo qualche idea che ci gira in testa, ma la troviamo vecchia e bisognosa di una ventata di novità (a meno che non ci accontentiamo di rifare sempre le stesse cose, c’è gente che si adagia molto facilmente su questo, fortunati loro! 😀 ).

In questi casi può essere molto utile analizzare il lavoro di altri fotografi, in particolare di quelli bravi, e cercare di rubare loro qualche idea. Ciò non significa per forza copiare il tema della foto, ma a volte una semplice posa nuova di una modella, uno schema di illuminazione, un tipo di postproduzione particolare, possono aiutare la nostra mente a produrre qualcosa di nuovo che ci dia soddisfazione.

Starete pensando “beh sai che novità..”, e avete anche ragione.. da che mondo è mondo si guarda il lavoro di chi è meglio di noi e si cerca di copiarlo (anche involontariamente). Tuttavia ciò che voglio sottolineare in questo articolo è che a volte può essere utile cercare di cambiare il punto di vista con cui si guardano le foto: se prima guardavate solo la posa della modella, cercate di analizzare anche la luce che è stata utilizzata, se sono stati usati uno o più flash o solo la luce naturale.. A quel punto il tutto si può approfondire ad esempio rispondendo a domande quali: se ci sono flash, come sono stati usati? con luce dura? con luce soft? in questo caso riusciamo a capire se è stato usato un ombrellino, un softbox, un octabox? e dalle ombre riusciamo a capire quanto era grande questa sorgente luminosa e quanto era vicina? sono stati utilizzati gel? Oppure se uno era abituato a concentrarsi su questi particolari, magari potrebbe essere utile analizzare la posa della modella, così da poterla sfruttare per dei futuri shooting. Oppure possiamo analizzare il bilanciamento dell’immagine, se è tendente al monocromatico (anche in maniera velata), oppure i colori sono saturi, la composizione.. insomma gli aspetti sono tantissimi!

Tuttavia uno dei problemi che si presenta più spesso è che il mondo ormai ci fornisce troppo materiale da analizzare.. Infatti all’inizio tutti possono pensare “basta guardare un po’ Flickr e 500px e qualcosa si troverà”. Sono perfettamente d’accordo, ma ormai io ho praticamente abbandonato questi due social network fotografici (poi non parlatemi di Instagram che proprio non lo sopporto.. tutte foto quadrate uguali, con gli stessi effetti invecchianti applicati.. se vi piace ben per voi, ma io non l’ho nemmeno installato sull’iPhone 😀 ) perché la scelta è veramente troppo ampia, e per trovare qualcosa di bello bisogna cercare per delle ore, in mezzo a materiale inutile e foto che per l’autore saranno anche importanti (non lo metto in dubbio), ma che di valore artistico hanno ben poco. Esiste l’Explore di Flickr lo so, però anche lì spesso vengono premiate foto inutili, solo perché l’autore è riuscito a ottenere milioni di commenti e di like perchè ha milioni di amici.

Capite quindi come sia facile perdersi in questo mare magnum offerto dal web oggi. Ed è per questo che scrivo questo articolo per voi, per dirvi come affronto io il problema. Innanzitutto secondo me bisogna ispirarsi guardando l’eccellenza, ovvero coloro che eccellono nel campo che ci ispira. E per conoscere i nomi di chi ha uno stile che ci piaccia esistono vari modi. Il primo è tenere d’occhio siti come 1x, dove vengono ammesse solo poche foto al giorno, e queste foto devono passare una selezione feroce (personalmente sono riuscito a pubblicare solo due foto su quel sito, ed è stata una grande soddisfazione 🙂 ). Trovate di tutto, dai ritratti ambientati, a quelli in studio, da quelli pesantemente postprodotti, a quelli con postproduzione praticamente nulla, dai paesaggi alle macro. Qualsiasi sia il vostro campo, quasi sicuramente troverete materiale che vi piacerà molto. A questo punto potete approfondire la ricerca su internet degli autori delle foto che vi sono piaciute, e cercare di carpire il più possibile dal loro portfolio.

Un altro modo per trovare ispirazione è cercare siti nei quali qualcuno abbia già fatto una selezione dei suoi artisti preferiti, e se per caso condividete i gusti di questa persona, beh avete fatto centro! Avrete già un bel database di fotografi a cui ispirarvi! Un esempio può essere quello fatto da Phlearn nella sua sezione Inspirational Photographers. Personalmente non apprezzo proprio tutti i fotografi linkati in quella pagina, però esplorandola ne ho trovati alcuni che non conoscevo che mi hanno dato grandi idee. Oppure stando più nel piccolo, se andate sui siti dei fotografi che apprezzate, tipicamente ci sarà una pagina denominata Links in cui questi metteranno a disposizione il link verso fotografi che loro apprezzano (e che quindi di conseguenza potreste apprezzare anche voi). Nel mio caso ho voluto farlo mettendoli di lato sul blog, proprio qui alla vostra destra nella sezione BlogRoll.

In ultimo, uno dei metodi che apprezzo di più, è quello di basarsi sul cartaceo. Soprattutto se siete fotografi ritrattisti (o di moda), è molto facile avere materiale gratuito anche di alto livello. È infatti sufficiente entrare in qualsiasi negozio che venda vestiario e prendere uno dei fascicoletti con la collezione di quel periodo. Sono gratuiti, spesso di alto livello, rinnovati 3 o 4 volte all’anno, e possono fornirci molte idee! Oppure (sempre per rimanere in ambito gratuito e senza spendere un euro), se avete una compagna/moglie (o un compagno/marito se siete donne, anche se forse è un po’ più improbabile!! 😀 ) che legge riviste di moda, una volta che le ha finite (sempre chiedendo il permesso, non voglio far nascere liti coniugali!) potete strappare le pagine con le foto pubblicitarie che più vi ispirano e metterle tutte insieme, così da avere una database cartaceo di tutto rispetto!

Ognuno poi ha i propri metodi, ma io ho voluto dirvi i miei, così magari qualcuno che è nuovo all’argomento può iniziare a raccogliere materiale, e qualcuno che invece ha già un bel database di foto a cui ispirarsi può decidere di guardarle sotto un’altra ottica, e analizzare elementi che prima invece non considerava!

Voi cosa ne pensate? Quali sono i vostri metodi? Fatelo sapere a me e agli altri commentando qui sotto!

Stefano

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This