Ciao ragazzi!

Eccoci ad una nuova foto!! Il soggetto di questa foto è la nostra solita ballerina, Giada, che ormai tutti conoscete, e che si è prestata a fare foto al freddo nella neve. Per questo scatto ho deciso di utilizzare l’effetto Brenizer, così da ottenere una foto panoramica, ma con corta profondità di campo. Nell’animazione potete vedere i passaggi che hanno portato alla creazione della foto finale.

animazione

Questa volta ho voluto fare di più per voi, e realizzare non uno, ma ben due video!!

Il primo è il classico video di dietro le tendine, dove vi spiego cosa faccio sul posto, ovvero con le gambe immerse nella neve e la ballerina che prendeva freddo! In questo caso ho fatto una foto in controluce, molto sovraesposta per ottenere la neve veramente bianca (e in più per avere un effetto “etereo” sul soggetto). Se qualcuno si attacca subito a questo discorso per dirmi “la foto ha del bianco bruciato”, è vero. Ci sono alcune zone bruciate, ma non mi importa minimamente avere dettaglio in quelle zone.. sono zone di neve bianca alle spalle della ballerina, pertanto se sono bianche pure non mi dà alcun fastidio. Come vedrete nel video, per ottenere la foto ho utilizzato unicamente un riflettore (nel mio caso il Lastolite TriFlip 8:1

), nessun flash questa volta! 🙂

Nel secondo video invece vi spiego in cosa consiste l’effetto Brenizer, altresì detto bokehrama. Questo effetto si ottiene mettendo insieme foto scattate con lenti molto luminose e quindi con un grande bokeh, così da formare una specie di foto panoramica, in cui però lo stacco tra il soggetto e il fondo sia importante. Nel video vi spiego come si fa ad ottenere tale effetto e quali accorgimenti è necessario adottare perchè venga bene.

Vi lascio alla foto finale e ai video!!

Alla prossima ragazzi!

Stefano

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Iscriviti alla miaNewsletter!

Tranquillo, non è invadente, manderò solo 3 o 4 mail in un anno con aggiornamenti sui workshop e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!