Ciao ragazzi!

Oggi vi parlo di una foto che ho realizzato pochi giorni fa.

Ma partiamo dall’inizio: l’associazione Tango Liguria (con cui ho già collaborato se ricordate), mi ha proposto di fare foto che rappresentino cosa fa l’associazione per diffondere il tango, ovvero ballare in piazze e luoghi pubblici. In particolare una bella iniziativa che l’associazione porta avanti è quella di ballare ogni domenica sul lungomare di Loano il mattino e in una bella piazzetta la sera (sempre a Loano). Abbiamo quindi fatto foto che rappresentino le due situazioni, alcune di giorno lungo la passeggiata e alcune la notte nella famosa piazza.

Questa piazza di Loano, per chi non ci fosse mai stato, è la piazza del comune e ha come caratteristica di essere molto particolare. Infatti ci sono molte luci a terra e il comune è illuminato con luci che cambiano gradualmente colore (coprendo dall’arancio al magenta al blu al verde… chi più ne ha più ne metta!). Inizialmente ho provato a sfuocare le luci a terra usando il 135mm f\2, però l’ottica era troppo lunga e si perdeva completamente il comune dietro, rimanevano solo i ballerini e le luci a terra sfuocate. Inoltre l’illuminazione non mi soddisfaceva perché era troppo normale.. un semplice ombrellino con flash defilato su un lato.. Ci andava qualcosa di più stupefacente.

Ho quindi abbandonato (con sommo rammarico) il 135 f\2 e sono passato al 24-70, che mi dava la possibilità di prendere tutto il comune nella sua interezza. La luce tuttavia non mi soddisfaceva ancora.. ho quindi pensato di aggiungere un flash dietro i soggetti, che mi desse un po’ di rim light e proiettasse un po’ di ombre verso il soggetto. Quindi classico schema flash dietro e flash laterale in ombrellino. Le foto erano buone, tuttavia mancava ancora il fattore WOW! (non so se esiste veramente.. l’ho inventato io.. è quel qualcosa che quando vedi una foto ti fa dire “WOW!” 😀 ) Da qui l’idea: e se togliessi il flash con l’ombrellino davanti e lasciassi solo il flash dietro? il risultato sarebbe questo:

Due sagome sconosciute che ballano nella notte, non importa chi siano, non importa perché si trovino lì.. stanno ballando il loro tango intimamente, tanto dal punto di vista fisico che sentimentale, improvvisando una danza intensa e che trasmette profonde emozioni.

La cosa che trovo bella di questa foto è che se uno non fa troppa attenzione, può sembrare una foto fatta in teatro. I due ballerini sono illuminati con un occhio di bue, le luci a terra sono quelle della platea, e le luci sopra sono quelle delle logge di un teatro. Ottimo, due foto in una! Non posso chiedere di meglio!

Questo blog serve per sottolineare che a volte lo schema di illuminazione più facile è anche il più efficace, e non bisogna lamentarsi se si ha un solo flash.. a volte è più che sufficiente per sortire un risultato eccezionale!

Alla prossima,

Stefano

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This