Ciao ragazzi!

Oggi vi scrivo un rapidissimo post per mostrarvi come ho infine risolto l'annoso problema della gestione delle batterie.

Eh sì, perchè come ben sapete ogni buon lampista va in giro con pacchi di batterie per poterle sostituire ai propri flash (non vogliamo che la foto più importante di tutte sia rovinata dal fatto che il flash ha finito le batterie e non ne abbiamo di scorta!?).

Personalmente ho 4 flash e per ognuno quindi ci vanno 4 batterie AA (personalmente, ultimamente mi trovo molto bene con le batterie di Amazon

, che non costano care e vanno benone!), e quindi siamo già a 16 batterie. A queste aggiungiamo i 4 trigger Yongnuo 622-c, che necessitano di 2 pile ciascuno, quindi ulteriori 8 (e arriviamo ad un totale di 24 batterie). Oltre a tutte queste ho altre 4 quadriplette di batterie di ricambio(quindi altre 16), per un totale signori e signore di 40 batterie!!

Quando si è sul campo e si sta facendo un servizio fotografico spesso e volentieri quando le batterie si scaricano bisogna cambiarle al volo, e nella fretta è facile mettere le batterie scariche insieme ad altre che erano cariche, così che quando si scaricheranno batterie di un altro flash andremo incontro a problemi.

Io nel mio piccolo ho risolto la situazione in questo modo: per prima cosa ho comprato delle scatoline per batterie (in particolare queste

, che hanno il pregio di costare all'incirca 2 euro per scatolina e sono incastrabili tra loro). A questo punto ho creato un disegno di batterie doppia, da una parte rossa e da una parte verde (che potete trovare sotto)

A questo punto parte l'art attack!

Vi serviranno una stampa delle batterie rosse e verdi (se volete usate il mio disegno, se no potete farne uno tutto vostro), un paio di forbici, dello scotch e tanta colla vinilica (ehm, no, la colla vinilica in realtà non serve!).

Ritagliate una batteria verde/rossa ed attaccatela con lo scotch alla scatolina.

Finito!

Ora semplicemente quando metterete le vostre batterie all'interno delle scatoline, sarà sufficiente metterle con il polo positivo puntato da una parte o dall'altra a seconda se sono cariche o no, così con una rapida occhiata saprete sempre in che stato sono.

 Nella foto sotto potete vedere un esempio con batterie all'interno, cariche e non.

Alla prossima!

Stefano

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This