Ciao ragazzi!

Oggi vi mostro uno scatto fatto dal sottoscritto al workshop che ho tenuto a Milano un po' di tempo fa (trovate un post su quella giornata a questo indirizzo).

La foto di oggi da un punto di vista tecnico è molto semplice: 135mm, ISO 100, F2.8, 1/160, ovvero i classici parametri per foto da studio (beh tipicamente in studio non si usa F2.8 ma diaframmi più chiusi, tuttavia in questa io volevo sfuocare come si deve).

La cosa che vi voglio far notare è un piccolo dettaglio a cui spesso non si fa caso, ma che può cambiare molto il carattere di una foto, ovvero la posizione della rim light rispetto alla luce principale. Ma andiamo con ordine..

 Per questa foto sono stati utilizzati 3 flash:

  1. un flash posto dietro alla modella e che punta verso il fondale (il fondale aveva peraltro delle pieghe date dal peso del telo e l'effetto che ne è uscito fuori lo trovo veramente interessante!)
  2. un flash che punta alla modella in ombrellino pass-through
  3. un flash in softbox dietro alla modella che serve per creare la rim light

Come si può notare dalla foto di backstage il flash nell'ombrellino, ovvero la luce principale, e il flash nel softbox, ovvero la rim light, sono esattamente opposti tra loro. Questo è un piccolo particolare che però vi assicuro può cambiare molto una foto. Infatti, andare ad opporre le due luci (frontale e posteriore) aggiunge un contrasto in genere molto piacevole.

E dopo questa piccola nota su come disporre le luci, vi lascio alla foto!

Alla prossima!

Stefano

 

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This