Picture Perfect Posing

Di Roberto Valenzuela (testo in inglese)

Uno dei più grandi problemi a cui un fotografo ritrattista va incontro non è tanto la gestione della luce, la gestione dei parametri della reflex etc.. quelle sono cose che a furia di essere ripetute si imparano.. il problema è spesso “come faccio posare la modella?”. Se ci troviamo di fronte ad una professionista che ha già molta esperienza potrebbe risolvere lei il problema proponendo lei stessa delle pose. Ma se siamo di fronte ad una persona che non ha esperienza la situazione diventa complessa.

La soluzione che spesso si adotta (io per primo l’ho adottata più volte) è quella di salvarsi alcune foto con pose interessanti sul telefonino e poi all’occorrenza andare a riprendere quelle foto e proporle alla modella. È un metodo che funziona, ma non risolve completamente la situazione. Infatti capita spesso che la posa “copiata” non abbia la stessa eleganza di quella da cui abbiamo preso spunto, e non si capisce bene il perché. Il nocciolo sta nel fatto che abbiamo copiato una posa senza veramente capirla. Sì, perché le pose vanno capite, vanno studiate e sono composte da tantissimi dettagli di cui spesso non ci accorgiamo, ma sono quelli che determinano la bellezza di uno scatto.

Il saper far posare una modella/un modello o una coppia di persone (ad esempio due sposi) non è una cosa innata, ma come sempre nella vita si può studiare e si può imparare, come dice lo stesso Valenzuela nella conclusione del libro:

Valenzuela nel libro Picture Perfect Posing spiega una tecnica che ha elaborato negli anni per giungere ad una posa elegante. Si parte dalle basi (la spina dorsale, la distribuzione del peso) fino a giungere a dettagli (la posizione delle mani, dove volgere lo sguardo etc), seguendo però sempre un percorso logico dettato da una serie di “tasselli” a cui il fotografo deve pensare quando ha di fronte una persona da fotografare. Valenzuela per primo dice che ovviamente non si può imparare tutto subito, ma è necessario impegno, cercando di concentrarsi prima sulle parti di base e poi, una volta che queste sono acquisite, andare ad approfondire i dettagli.

La cosa che mi è piaciuta di più del libro è che per la prima volta ho trovato un percorso da seguire quando faccio posare le modelle. Ero quasi convinto che il saper far posare una persona fosse una specie di qualità innata, ma Valenzuela nel suo libro mi ha fatto capire che il posing, come tutto il resto, può essere studiato ed appreso (e contando che il motto del mio sito è “tutti possono imparare” ho apprezzato tantissimo). In definitiva, un must have per ogni fotografo ritrattista!

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This