Picture Perfect Practice

Di Roberto Valenzuela (testo in inglese)

Picture Perfect Practice è il primo libro che ha scritto Roberto Valenzuela (al quale è seguito Picture Perfect Posing, già recensito a questa pagina). È un libro scritto molto bene, il cui cuore è un metodo per cercare di migliorare se stessi per ottenere foto sempre più belle e più professionali (soprattutto in ambito matrimoniale). È suddiviso in quattro parti: locations, poses, execution e deliberate practice. 

La prima parte (locations) occupa più di metà libro, e porta il lettore ad analizzare con cura tutti gli aspetti che possono caratterizzare una location dove creare un ritratto. Si parte da aspetti basici come geometria, equilibrio dei pesi, simmetria etc, sino ad arrivare al lens flare e all’uso creativo dei muri.

La seconda parte si dedica al posing, ed è un’anticipazione di quello che si può trovare (espresso in modo molto più articolato e con molto più dettaglio) nel libro Picture Perfect Posing. Valenzuela descrive le tecniche base di posing e quali possono essere i problemi di una posa sbagliata da parte di due sposi se non li si guida a dovere.

Nelle ultime due parti (execution e deliberate practice) viene dato al lettore un metodo con alcuni punti molto semplici da seguire per poter migliorare la propria fotografia. Valenzuela sottolinea come il miglioramento sia un processo continuo, che ogni volta parte dall’analisi dei problemi di una foto e quali possono essere le soluzioni per far sì che non sia una semplice foto che può scattare chiunque con una reflex in mano ma diventi un pezzo d’arte.

Ho trovato veramente importanti le ultime 10 pagine del libro, in cui l’autore fa vedere come (nonostante il suo nome importante) si impegni a casa propria a cercare di risolvere problemi legati ad alcuni momenti del matrimonio, così da essere pronto quando sarà il momento ed avere già una soluzione in testa. Mi ha fatto capire che il suo successo non è solo dovuto al fatto che è in gamba come fotografo, ma è dovuto al suo continuo impegno volto al miglioramento di ogni singolo dettaglio (illuminazione, posa, problemi tecnici, problemi di location etc) per poter ottenere scatti di livello altissimo CON CONTINUITA’. Per quanto sia un libro in cui (soprattutto all’inizio) uno può pensare di aver sprecato dei soldi perché sono tutti concetti già noti e c’è poco di tecnico, lo consiglio assolutamente a tutti (novizi e professionisti), perché io stesso l’ho trovato veramente ispirante, e mi ha fatto comprendere cosa posso fare e come posso agire per migliorare ulteriormente la mia fotografia.

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This