[it]Ciao ragazzi!

Eccoci ad una nuova foto!! Il soggetto di questa foto è la nostra solita ballerina, Giada, che ormai tutti conoscete, e che si è prestata a fare foto al freddo nella neve. Per questo scatto ho deciso di utilizzare l’effetto Brenizer, così da ottenere una foto panoramica, ma con corta profondità di campo. Nell’animazione potete vedere i passaggi che hanno portato alla creazione della foto finale.[/it][en]Hi guys!

Here we are with a new photo! The subject of this photo is our usual dancer, Giada, who you all know, and that lent itself to take pictures in the cold in the snow. For this shot I decided to use the Brenizer effect, so as to obtain a panoramic photo, but with short depth of field. In the animation you can see the steps that led to the creation of the final image.[/en]

animazione

[it]Questa volta ho voluto fare di più per voi, e realizzare non uno, ma ben due video!!

Il primo è il classico video di dietro le tendine, dove vi spiego cosa faccio sul posto, ovvero con le gambe immerse nella neve e la ballerina che prendeva freddo! In questo caso ho fatto una foto in controluce, molto sovraesposta per ottenere la neve veramente bianca (e in più per avere un effetto “etereo” sul soggetto). Se qualcuno si attacca subito a questo discorso per dirmi “la foto ha del bianco bruciato”, è vero. Ci sono alcune zone bruciate, ma non mi importa minimamente avere dettaglio in quelle zone.. sono zone di neve bianca alle spalle della ballerina, pertanto se sono bianche pure non mi dà alcun fastidio. Come vedrete nel video, per ottenere la foto ho utilizzato unicamente un riflettore (nel mio caso il Lastolite TriFlip 8:1

), nessun flash questa volta! 🙂

Nel secondo video invece vi spiego in cosa consiste l’effetto Brenizer, altresì detto bokehrama. Questo effetto si ottiene mettendo insieme foto scattate con lenti molto luminose e quindi con un grande bokeh, così da formare una specie di foto panoramica, in cui però lo stacco tra il soggetto e il fondo sia importante. Nel video vi spiego come si fa ad ottenere tale effetto e quali accorgimenti è necessario adottare perchè venga bene.

Vi lascio alla foto finale e ai video!!

Alla prossima ragazzi!

Stefano[/it][en]This time I wanted to do more for you, and make not one, but two videos!

The first is the classic video of behind the curtains, where I explain what I do on the spot, or with the legs immersed in snow and dancer who was cold! In this case, I took a picture against the light, very overexposed to really get snow white (and more to have “ethereal” aura on the subject). If someone pounces this speech to say “the photo has burned white” is true. There are some areas burned, but I do not mind at all to have detail in those areas.. they are areas of white snow behind the dancer, so they do not give me any trouble. As you will see in the video, to get the picture I only used a reflector (in my case the Lastolite TriFlip 8:1

), no flash this time! 🙂

In the second video, instead, I will explain what is the Brenizer effect, as known as bokehrama. This is achieved by combining images taken with lenses bright and then with a great bokeh, so as to form a sort of panorama, in which, however, the separation between the subject and the background is important. In the video I explain how do you get this effect and what precautions should be taken to make it good.

I leave the final photo and video!

See you next time!

Stefano[/en]

Iscriviti alla miaNewsletter!

Così rimarrai aggiornato sui workshop in arrivo e sui contenuti pubblicati!

Cosa ti interessa maggiormente?

Benvenuto nel gruppo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This